buying a speech order to chaos essay in lord of flies cheap resume service writing college admission essay on sports good excuses for forgetting homework

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

I MONDIALI PERUVIANI CORONANO LA CARRIERA DI ALICE BAGNOLI UNDER 17, MEDAGLIA DI BRONZO AI CAMPIONATI MONDIALI JUNIOR

tn GILO5289 Alice BagnoliL’Italia ha un’atleta che dal 2009 porta a casa medaglie da tutte le competizioni internazionali a cui partecipa, si  chiama Alice Bagnoli, è una giovane di Basiglio (Milano) che da anni stupisce e  fa gioire gli appassionati di sci nautico alla fine di ogni Campionato Europeo Giovani, o di ogni altra gara internazionale a cui partecipa.

Il palmares internazionale di Alice è stupefacente. Ai Campionati Europei dal 2009, le medaglie individuali conquistate sono: 8 ori, 5 argenti, 2 bronzi. Le medaglie di squadra:   2 ori, 1 argento, 2 bronzi.  Ci sono anche le 4 medaglie di bronzo (Figure) ai Master Junior americani. Per finire, la ciliegina è il bronzo individuale in combinata, colto pochi giorni fa ai Campionati Mondiali di Under 17 di Lima, Perù.

Il Tecnico nazionale Riccardo (Ricky)  Casilli riesce a parlare di Alice con modalità che vanno oltre il semplice conteggio delle medaglie vinte (anche se le medaglie contano …). “ Il talento da solo non basta “ spiega Ricky con pacatezza , “il talento, se non è accompagnato dalla volontà di lavorare, sacrificarsi, di passare ore e ore in allenamento, non porta da nessuna parte.” Non è  il solito discorso da allenatore, è  il desiderio di delineare una  Alice non solo brava ma anche molto intelligente, una capace di gestire le proprie risorse.

 “A volte” continua Ricky, “ si capisce che un atleta è bravo, un talento puro, ma se non ha spirito di sacrificio non esplode. Alice per riuscire, dovrà sempre allenarsi tanto.

Il bello per lei è che  ama quello che fa  e lo fa con passione, riveste di  passione i suoi allenamenti che formano una  mole di lavoro notevole, cospicua”.

“Alice è affidabile “ aggiunge Riccardo, “se durante una gara ho bisogno di un supporto per non far mancare la mia attenzione agli atleti che sono sul pontile, pronti  a partire, so di poter contare su di lei: è empatica e comprensiva. Ha la capacità di capire e stare vicino  a chi sta per  entrare in acqua e affrontare un campo o un salto, ma non ha la sua sicurezza. Potrebbe diventare una brava allenatrice.” Casilli conosce Alice molto bene, la allena da anni. “Alice è stata aiutata, potrei  dire plasmata tecnicamente grazie al lavoro costante, agli  allenamenti quotidiani, alla tenacia,  alla passione.

 

E poi è stata seguita molto, prima di tutto dalla famiglia, tutta la famiglia, e poi da tecnici come Daniele D’Alberto, Kiko Buzzotta, da me.

Allenare Alice dà vera soddisfazione perché in lei c’è sempre la disponibilità a ripetere, a continuare a lavorare e ancora ripetere…..per un tecnico è il massimo!”

 Foto in azione di Andrea Gilardi

 http://www.scinautico.com/home/media/foto/category/672-2015-mondiali-junior-alice.html