Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

CARMELO CANNIZZARO CI HA LASCIATI

tn carmelo
Ha lottato un anno interro contro la malattia che due giorni fa, il 3 febbraio, ha posto fine, troppo presto, alla sua esistenza. Abbiamo perso un amico, un uomo ammirevole, una persona che rimarrà per sempre nei nostri cuori.

Carmelo è stato un appassionato di sport nautici, praticati inizialmente da atleta, poi da istruttore giovanile e in qualità di pilota internazionale.

Sono passati forse 30 anni da quando entrò con simpatica convinzione nell’ambiente dello sci nautico torinese, scoprendo il lago del Club Torino Marco Merlo, diventandone socio e pilota, inserendosi immediatamente nel gruppo di sciatori, riscuotendo successo personale e professionale. La carriera nello sci nautico lo porta al livello più elevato, quello di pilota internazionale.

Carmelo aveva una predisposizione innata per gli sport acquatici, allo sci nautico affianca il surf e la vela e anche in quest’ultima disciplina raggiunge livelli professionali navigando su famose barche d’altura.

Con l’imbarcazione “Nerina” partecipa nel 2013 ai Campionati Mondiali di Ancona ottenendo risultati lusinghieri.

L’ultima gara di sci nautico guidata da Carmelo fu lo scorso anno, a Roma, i Campionati di Europa e Africa + 35, e anche in quell’occasione si evidenziarono la gentilezza, la bontà, le capacità che tutti gli hanno sempre riconosciuto.

Il Presidente Luciano Serafica era legato a Carmelo da affetto fraterno: ”Eravamo consapevoli della malattia e nonostante sapessimo della gravità io ho sperato, fino a poche settimane fa che le cure potessero essere efficaci”, ricorda sconsolato Serafica, “ ma non è stato così. Ho perso un grande, carissimo amico, la mia vita sarà diversa, senza Carmelo. Le mie condoglianze alla famiglia rappresentano, ne sono più che certo, le condoglianze dello sci nautico italiano e mondiale per un grande pilota e una bellissima persona”.